Assolo

Uomini, animali e vegetali riempiono un mondo con le loro abitudini, pregi e difetti.

“Il mondo del ragno non è lo stesso di quello della tigre o di quello dell’uomo” (cit. J.Ortega y Gasset). Con il progredire dell’essere vivente si modifica anche ciò che lo circonda e, soprattutto, cambia in lui la prospettiva delle cose. Nella unicità permangono, però, quelle energie necessarie per attrarre e rigenerare nuove idee ed armonie.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>